San Diego, G10+11: Hooters, Black’s Beach

Prima di tutto, ho fatto la mia prima presentazione. Nella classe di Business English mi era stato richiesto di presentare una azienda, ed io ho portato IKEA. Ho imparato un sacco di anedoti: lo sapevate che IKEA e’ l’acronimo di Ingvar Kamprad (nome e cognome del fondatore), Elmtaryd (nome della fattoria in cui e’ cresciuto) Agunnaryd (nome della regione di origine)? E lo sapevate che l’Italia e’ il quarto fornitore per valore e compra da noi piu’ di quanto noi non compriamo da loro? IKEA acquista soprattutto sedie dai distretti del nord est in Friuli Venezia Giulia.

Per maggiori approfondimeti vi segnalo un articolo dell’Economist: Flat-pack account.

Nei giorni successivi non ci sono stati molti avvenimenti. Ho finalmente visto le famose cameriere di Hooters. Il loro “vantaggio competitivo” consiste nel avere due gran tette. Tutte le cameriere di Hooters sono tettone…e spesso anche culone, pero’..!

Foto dell’ingresso di Hooters

Siamo pero’ andati a cena in un ristorante che si chiama Strip Club. A dispetto del nome (ricavato da un ex bordello e come tale arredato) e del fatto che servono 21 anni per entrare (del fatto che ti chiedono la ID Card anche per fare pipi’ ho intenzion edi parlane piu’ avanti) non e’ un ristorante per “adulti (maschi)”.
La peculirita’ consiste ne fatto che ti portano la carne cruda al tavolo e te la cucini come preferisci nelle grill in giro per la sala, con le immancabili aggiunte di spezie americane, messicane, etc… (Ho intenzione anche di parlare del concetto di insaporitori nella cucina americana, prima o poi.)

Grill dello Strip Club Restaurant

Ieri siamo andati a Blacks Beach (segnalata ovviamente dalla Ludo Planet), una di reef braek per serfisti piu’ rinomati. Si trova a Nord di La Jolla, proprio di fronte alla UCSD. Le onde sono eccezionali, anche con il mio body surf sono riuscito a spuntarla bene. Ha solo due inconvenienti:

  1. per raggiungere la spiaggia bisogna lasciare la macchina su un promontorio e discendere una ripida discesa a piedi. I surfisti che si vedono farla con la tavola sotto le braccia sono degli eroi.
  2. la spiaggia e’ popolata di nudisti, soprattutto uomini e per lo piu’ gay. Fortunatamente nella parte sud della spiaggia i nudisti non vengono e rimangono solo i surfisti.

Discesa di Black’s Beach    La spiaggia di Black’s Beach

Nota

Da qualche giorno carico le foto ad una risoluzione differente. Da una larghezza di 400 pixel sono passato ad una larghezza di 600 pixel. Se cliccate sulle foto che pubblico, potete vedere la versione ingrandita.

Secondo voi 600 pixel e’ abbastanza?
Stavo pensando se fosse meglio fare il resize delle  a 800 pixel.

Enpi, mi leggi? Che ne pensi?

Questa voce è stata pubblicata in Diario del giorno, Foto, San Diego, Viaggi. Contrassegna il permalink.

5 risposte a San Diego, G10+11: Hooters, Black’s Beach

  1. epsilon scrive:

    Perché mi chiami in causa quando si parla di tettone, strip club e nudisti?
    Vuoi rovinare la mia reputazione?
    Bah…
    In ogni caso confermo che ti seguo (e mi raccomando nun te fermà, come diceva Funari, che sé t’e pio…) Devo dire che leggo 2/3 puntate alla volta, che anch’io sono in ferie e a differenza d’altri ;-) in ferie cerco di disintossicarmi da internet e soci…
    Anyway, a proposito delle foto, io ho la mania di metterle georeferenziate su Picasa, ma ognuno ha i suoi difetti…
    Infine, per la serie “save the date” http://www.lhcountdown.com/
    See you!

  2. chicca scrive:

    ehi! ciao!!!
    vedo che come al solito l’appetito non manca…..ma la smettete di mangiare?????
    tutto bene x il resto? mi sembra proprio di si…ma la lori non si lancia nel surf anche lei???
    quando andate a las vegas? mi portate un magnete x il frigo se ne trovate x caso uno carino? come procede la ricerca dei maialini???????????
    un bacione a tutti e due e alla lori in particolare…
    p.s. vorrei ricordarvi che ora il matrimonio all’estero vale quasi sempre anche in Italia, quindi non siate avventati nelle cappelle dell’ammmorrre!

  3. Lory scrive:

    Ue’ bella barbie!!
    In effetti sembra che siamo sempre attaccati al cibo.. ed e’ vero!!!! Ma le super porzioni e il junk food sono una droga! La prox settimana mi lancio con le lezioni di surf.. ahahahah ci sara’ da ridere!

    Stiamo lavorando per te, non ti preoccuapare, sei in cima alla lista delle cose da fare a Las Vegas!!Pig first!!
    Siamo a palm springs oggi, nel mezzo del nulla!!E’ bellissimo!

    Terremo in mente il tuo PS.. grazie Dott. Gaddoni!!

    Ma ci pacchi a Roma??!!!! No… hai portato il mio messaggio in pace?

    Tanti baci

  4. spiff1281 scrive:

    Enpi, mi fa molto piacere che qualcuno in ufficio mi segua. Graaaaandeeee!

    Spero di riuscire a trasmettere un po’ del mio entusiasmo…!

    Ho installato Picasa, ora devo capire come sfruttarlo con WordPress. In tanto ho messo un plugin per Facebook.

    Il link che mi hai lasciato credo che non funzi. Me lo potresti rifare?

    M

  5. Allie scrive:

    Bellissima l’idea dei grill in giro per il locale, ma non c’è qualche ubriaco che ci si fa male?

Lascia un Commento